Debutto davanti ai microfoni e, a seguire, primo allenamento coi compagni al PalaRavizza per Marco Torgano. Dopo le foto di rito con la nuova maglia (Marco ha scelto il numero 0), il nuovo acquisto della Winterass è stato presentato da Pat Baldiraghi. “Giocatore che seguo da molti anni – attacca il coach pavese – e che spesso mi ha fatto molto male quando l’ho affrontato da avversario. Marco ci è sembrato l’elemento perfetto per caratteristiche tecniche, fisiche e morali. Ringrazio la società per l’acquisizione, il gm Pignagnoli che ha condotto la trattativa, Paolo Bernardi (procuratore di Torgano, ndr) che l’ha resa possibile e il giocatore che ha scelto di venire a Pavia. Torgano ha talento e tiro da tre punti. Ci servirà molto per aprire ancor di più l’area e alzare le nostre percentuali dal perimetro”. Le prime parole di Torgano sono in risposta ad una domanda sul suo possibile contributo non solo come fattore offensivo. “So che, per poter dare una mano alla squadra, anche in difesa dovrò fare la mia parte. In questi anni e anche in questa parte di stagione a Biella, credo di essere molto cresciuto in questo aspetto del gioco. I nuovi compagni? Conoscevo Benedusi che è stato mio compagno a Omegna, gli altri li ho spesso affrontati da avversari. Ho parlato con alcuni di loro nelle scorse settimane e ho percepito un gruppo in grande crescita. Ci ho messo un po’ a scegliere Pavia perchè volevo essere sicuro che fosse davvero la scelta giusta. La società, il coach e i compagni sono stati bravi a convincermi. Osservando il mercato estivo e vedendo la composizione del  roster ho sempre pensato che la posizione in classica dell’Omnia non rispecchiasse il reale valore della squadra. Le ultime partite stanno mostrando che la squadra ha intrapreso la strada giusta. Dobbiamo necessariamente continuare così“.