Riso Scotti Pavia – 3G Electronics Legnano 83-87 (24-22, 10-25, 29-23, 20-17)

MATCH IN PILLOLE

3′ Donadoni intercetta e va in solitaria alla schiacciata bimane (10-3). Riso Scotti bella intensa sulle linee di passaggio, il monzese prova a schermare Marino.

6′ Bianchi comincia a entrare in pressione, Pavia sfrutta sempre D’Alessandro in post basso e un’altra schiacciata di Sgobba bissa il +7 (16-9).

9′ I Knights, con Bianchi e Cepic, esplorano i  mismatch proposti dai cambi sistematici dei lupi. (21-20). Sgobba è un fattore (9 nel primo quarto) ma l’ottimo lavoro difensivo dei legnanesi nega le abituali ricezioni a Torgano e cominciano a scarseggiare le opzioni offensive per i ragazzi del Dibo.

12′ Seba Bianchi vola a rimbalzo, fa partire la transizione e smazza come un play per il rimorchio di Roveda- Secondo sorpasso ospite (24-26).

18′ dalla parità a quota 34, la Riso Scotti sbaglia troppi tiri in traffico, si accoppia male in transizione, caricandosi di falli (terzo di Simoncelli) e l’attacco entra in sciopero, perdendosi in forzature eccessiva (una tripla episodica di Donandoni è l’unico colpo degli ultimi quattro minuti). 

20′ La 3G va avanti per inerzia, sfruttando il nervosismo del branco dopo un paio di fischi abbastanza vessatori: Terenzi scrive 5 in fila dalla lunetta (fallo su tripla e tecnico a Sgobba) e arriva la prima spallata (0-5 per il 34-42). Anche Marino dice 2/2 per il +10 (34-44), poi pesca il coniglio dal cilindro (tabellata sullo scadere) per un 34-47 che premia oltremodo Legnano, al netto degli indubbi demeriti casalinghi (3 punti negli ultimi 5′). Nello spogliatoio arriva un tecnico a Di Bella. Conoscendo l’educazione del coach, il sospetto che i fischietti campani soffrano di esibizionismo si fa certezza.

23′ Tre triple di Leardini, Marino e Terenzi allargano la forbice (40-59), col penetra e scarica di Marino che marchia la partita. Quarto per Simoncelli, si fa durissima. 

28′ Conte ci mette energia e carica, Torgano imbuca da otto metri buoni e c’è luce (57-67) per provare a ridurre in chiusura di quarto, Legnano, con Marino a riposare, va con le ridotte.

30′ Con Torgano chiuso, Calzavara pesca il massimo dall’ultimo possesso, trovando la tripla con fallo che ribalta l’inerzia e riapre i giochi (63-70). Può esserci partita.

33′ Le percussioni e le soluzioni dal palleggio di Calzavara, che gioca in guardia appoggiando Simoncelli, sono il ricostituente dell’attacco pavese ma Marino trova una sontuosa tripla che sembra ristabilire il margine di sicurezza della Eliantonio band (65-78).

35′ Dibo rischia il tutto per tutto, usando D’Alessandro (4 falli) come stopper su Marino. Proprio Lollo trova la tabellata in arco, l’ennesima zingarata di Calzavara dice 11-0 (76-78) e riapre ufficialmente i giochi. 

36′ Terenzi batte Torgano e chiude il lungo digiuno ospite (76-80). 

37′ Rimbalzo offensivo di Calzavara e Riso Scotti avanti 81-80.

38′ Penetrazione di Simoncelli (83-82) per l’ ultimo vantaggio pavese. Abbiamo le chance per far male: Torgano non controlla un pallone, Sgobba scheggia il ferro in arco. Intanto Cepic ha appoggiato un babà di Marino (83-84).

39′ Torgano non controlla l’extrapass di D’Alessandro, abbiamo altra possibilità ma viene fischiato un blocco irregolare a D’Alessandro. Situazione in copia e incolla rispetto ad una vista nel secondo quarto. In quel caso venne fischiato fallo al difensore (Calzavara). Nient’altro da aggiungere.

39’50” Terenzi scappa via e allunga 83-86. Altra chance doppia ma il ferro respinge al mittente le triple del possibile overtime scagliate da Torgano e Simoncelli. Finale amaro, ma bella reazione contro una squadra  di qualità e che sarà protagonista a lungo.

Paolo Rappoccio