Winterass Omnia Pavia – Ltc Sangiorgese Basket 73-84 (11-17, 15-24, 18-23, 29-20)

Winterass: Di Bella 19 (3/7; 3/4), Mascherpa 5 (1/6; 0/2), Benedusi 5 (0/1; 1/2), Spatti 14 (6/12; 1/3), Crespi 13 (6/8); Manuelli 9 (0/3; 3/7), Guaccio 6 (1/3; 0/3), Fazioli 2 (1/2). Ne: Visigalli, Ciocca. All. Massimiliano Baldiraghi

Ltc: Rota 17 (4/6; 0/1), Bocconcelli 5 (1/6; 1/1), Parlato 17 (3/3; 3/6), Scali 7 (2/6; 1/2), Toso 4 (2/6); Roveda 13 (2/4;0/1), Cozzoli 8 (1/5; 2/4), Colombo 13 (6/9; 0/1), Di Ianni (0/3 da 3p). Ne: Milini, Plebani, Fasani. All. Daniele Quilici

Arbitri: Ugolini di Forli e Biondi di Trento

Note: primo tempo 26-41. Tiri liberi: Winterass 13/14, Ltc 21/26. Cinque falli: Mascherpa, Di Bella. Fallo antisportivo: Mascherpa. Rimbalzi: Winterass 24 (Spatti 7), Ltc 35 (Di Ianni e Toso 8).

La Sangiorgese conferma le buone indicazioni fornite all’esordio e cala in via Treves per far saltare il banco. Winterass irriconoscibile, fiacca e arruffona per tre quarti. Gli ospiti vanno sul velluto, con buona circolazione e coinvolgimento generale. Pavia ha poche energie, non riesce mai a controllare i ritmi e, in attacco, fa confusione e poco altro. Pesa moltissimo l’assenza di Iannilli, ma 44 punti in 30′ di gioco sono indicatore che troppe cose non funzionano nell’ingranaggio pavese.  Dopo la bocciatura generale dei primi 30′, aggrappandosi a Spatti e ad una difesa finalmente passabile, l’Omnia costruisce un 12-0 interno che riporta in vita (56-64) un match quasi andato. Sulle reiterate situazioni di pick’n’roll tra Di Bella e Crespi, si torna addirittura a sperare (62-67) ma la tripla di Parlato fredda il serrate interno e il finale è amaro.