Parte per tempo la nuova avventura di Omnia Basket. C’è una squadra che non nasconde ambizioni di alta classifica, sono arrivati tanti volti nuovi, coach Di Bella ha necessità di lavorare a ritmi sostenuti per accelerare il processo di fusione tra i vari Simoncelli, Sgobba, Corral, Conte, Calzavara e la triade dei riconfermati. Dal raduno del 18 agosto, con foto di rito, selfie e autografi ai tifosi, i ritmi di lavoro si sono davvero impennati. Dal 19 sarà doppia seduta (domenica compresa) tutti i giorni, fino al primo scrimmage, calendarizzato per sabato 28 a Treviglio. Il mattino è tutto gestito da Alessio Firullo: lavoro su fondo e mobilità al Puravida di San Martino Siccomario, tra circuiti di corsa, lavoro su sabbia e in piscina. In alternativa, sedute di pesi alla Palestra Olimpia Club di Pavia. Il pranzo al Puravida è un momento conviviale in cui, oltre a prender fiato e a recuperare energie, il gruppo si conosce e si compatta. Qualche ora di riposo e poi capitan Torgano e compagni si ritrovano al Palazzo dello Sport di Siziano, che sostituirà il PalaRavizza, fino al completamento dei lavori di maquillage a spogliatoi e parquet. Nel bell’impianto della cittadina al confine tra le provincie di Pavia e Milano, ancora fase di riscaldamento a cura del preparatore atletico Firullo, poi tanto lavoro a gruppi sotto l’attenta supervisione di Michele Baudino e Marco Vercelli e un’ora e mezza buona di lavoro tattico in cui Di Bella entra in maniera massiva. Nei primi giorni di lavoro, coach Dibo ha lavorato sui concetti offensivi, partendo dalla convinzione che la squadra dovrà sviluppare una pallacanestro di lettura delle situazioni, di fluidità e ritmo in cui lasciar spazio all’indubbio talento dei singoli. Evitato il “cinque contro cinque”, si è lavorato in situazioni senza difesa, per mandare a memoria un certo tipo di movimenti e di spaziature. I ragazzi soffrono l’afa pomeridiana ma spingono al massimo, a bordo campo sono seguiti in ogni gesto dal centro fisioterapico San Martino che garantisce la presenza fissa del medico Tavella e del massaggiatore Ventrice. Il neo amministratore unico Lele Caserio ha dedicato le ferie ad una full immersion cestistica, non mollando mai la squadra ed occupandosi di svariate questioni logistico/organizzative. Per tutto il resto, come nello spot di una nota carta di credito… c’è il solito Andrea “Testina” Zucca, che, con divisa di ordinanza, scatta ogni volta in cui un giocatore o un membro dello staff hanno un problema.

Paolo Rappoccio

Responsabile Comunicazione Omnia Basket Pavia