Ltc Sangiorgese – Omnia Basket Pavia 49-68 (10-13, 11-19, 12-20, 16-16)

Ltc: Andreani 8 (1/1, 1/6), Berra 2 (1/1), Bocconcelli 8 (3/11, 0/5), Parlato 6 (1/4, 1/5), Toso 10 (3/6); Apuzzo (0/1 da 3p), Leardini 3 (1/2, 0/3), Colombo 10 (4/5), Roveda 2 (0/1, 0/2), Banchero (0/1 da 3p). Ne: Ganna, Fontana. All. Daniele Quilici

Omnia: Venucci 13 (1/4, 1/3), Benedusi 4 (1/2, 0/1), Toure 10 (1/4, 1/2), Spatti 2 (1/2, 0/2), Nasello 9 (2/3, 0/1); Sacchettini 19 (8/11, 0/1), Fazioli 4 (1/1 da 3p), Torgano 3 (1/6 da 3p), Dessì 4 (1/1 da 3p). Ne: Mazzoleni All. Massimiliano Baldiraghi

Arbitri: Suriano e Barra di Torino

Primo tempo: 21-32. Tiri liberi: Ltc 15/22, Omnia 25/31. Rimbalzi: Ltc 31 (offensivi 7, Parlato 9), Omnia 38 (offensivi 3, Nasello 10). Cinque falli: Nasello. Fallo tecnico: Panchina Sangiorgese, Parlato. Antisportivo: Parlato. Espulso: Parlato

Un’Omnia formato bunker concede 49 punti ad una Sangiorgese in pieno gas e va a sbancare per la prima volta il tradizionalmente ostico PalaBertelli. I lupi mandano agli archivi un match molto maturo, in cui riescono a tenere a bada la “garra” locale con pazienza, imponendo l’intensità della propria difesa e trovando, dopo una partenza lenta, buon ritmo offensivo. Baldiraghi mischia le carte e parte con Toure e Nasello per Torgano e Sacchettini nei primi cinque. Toso apre convertendo un rimbalzo offensivo, Toure spara subito pesante (2-3 dopo 1’30”). Benedusi su Bocconcelli, Nasello su Parlato che appoggia la vetro il jumper (4-3, 3′). Omnia forza qualche tiro di troppo (1/5) e perde 4 palloni in 4′ (5-3).  Sacchettini va per Nasello, ma dopo la persa numero sei, Baldiraghi spende il time out, col tabellone cristallizzato al 5-3 (5’30”). Torgano per Benedusi, ma il festival delle perse prosegue sui due lati del campo. Spatti chiude il contropiede del 5-5 (7′). Sarabanda di cambi: Parlato smazza due volte per Colombo (9-6) e Sacchettini trova il piazzato frontale per sbloccarsi (9-8, 9′). Torgano, pescato in uscita dai blocchi, spara la tripla per il nuovo cambio di vantaggio e Nasello va a prendersi due liberi a rimbalzo offensivo (10-13) per chiudere un quarto a cifre assai modeste (4/11 e 6 perse Omnia, 4/16 e 3 perse i Draghi). Sacchettini apre colpendo da fuori (10-15), la difesa Omnia sale di tono e lavora cambiando costantemente. Quilici spende i suoi giovani per cercare di alzare il livello della pressione, Bocconcelli trova il primo dal campo e l’Omnia sballa un paio di tiri comodi. Secondo fallo di Sacchettini, torna Toure per Torgano e la Ltc è in contatto con un libero di Roveda (13-15, 13′). Sacchettini colpisce col piazzato frontale e il minuto lo vuole Quilici, prima dei liberi di Nasello per il 13-19. Squadre in bonus: Omnia lavora con pazienza e Toure dice 2/2 a cronometro fermo per il 15-21 (14′). Dopo 7 ferri, prima tripla di Parlato e il PalaBertelli si incendia (20-21, 15′). Terzo fallo di Spatti in mischia e dentro Dessì che si appiccica a Parlato (21-24). Partita brutta, con costanti contatti e una marea di fischi: Venucci allunga in lunetta (21-26, 17′) ma si fatica a prender ritmo. Toure trova i tre liberi per scrivere il 21-29 del minuto 18′. I Draghi gettano il secondo pallone consecutivo e Omnia ha la chance di andar via contro la 2-3 di casa: detto – fatto con tripla di Fazioli e 21-32. Il ferro sputa due soluzioni pesanti di Torgano e Toure ma la nostra metà campo resta un bunker con Dessì e Nasello a far un gran lavoro per preservare lo scarto intatto alla sosta lunga. Si riparte con Sacchettini ancora incisivo dalla media e nel pitturato, dopo ottimo innesco di Toure (23-36). Nasello manda al bar mezza difesa di casa e appoggia il 23-39 (23′) che costringe l’imbufalito Quilici al time out (2-7 il break). Ancora Sacchettini mette il sesto piazzato in fila, abbinandolo ai liberi del +20 (23-43). Omnia sta in campo con molto raziocinio senza farsi condizionare dal tentativo di rumba dei legnanesi che continuano a sparare a salve dall’arco (1/14) e ad usare le maniere forti dietro. Tornano Spatti per Nasello e Fazioli per Toure (26-45, minuto 25′). Sacchettini continua a dominare l’area (16 punti con 7/8) e il margine resta sempre extralusso (28-49, 27′). Andreani trova il triple del 33-49 (29′) ma capitan Benedusi chiude il parziale mignon dei Draghi con un appoggio dopo eccellente lavoro sul perno e, a tre quarti gara, i lupi sono in sella (33-52). Si riparte e arriva il quarto fallo di Spatti, Colombo lo attacca e fattura il 39-53 interno sul quale arriva il minuto della panca Omnia (6-1 il parziale). Sacchettini rileva Spatti e la Sangio continua a trovar punti interni, cercando di produrre il massimo sforzo difensivo (41-53, 32′). Un canestrone in esitation di Toure e una tripla frontale di Venucci (primo dal campo del Fenomeno) frizzano il PalaBertelli (41-60 al 34′). Sangio non vuole gettare la spugna: Berra va di forza a prendersi il 2+1 sfidando Nasello (quarto fallo) per il 44-60. Antisportivo a Parlato che, avendo già preso tecnico, rimedia espulsione. Sacchettini e Venucci convertono per il 44-63 del 36′. I Draghi provano la pressione a tutto campo e recuperano un paio di palloni (49-63). Con meno di tre minuti alla sirena, il +14 lascia ancora minimi spazi all’incertezza ma Benedusi, con uno scippo a metà campo e due liberi, mette l’ipoteca (49-65, 38′). Cori personalizzati per tutti i pavesi dai nostri numerosi tifosi al seguito: il sigillo al match lo timbra Dessì che nobilità un match di ottima intensità con la tripla del 49-68 a 1’16”. Seconda vittoria on the road in fila e Omnia di nuovo al quinto posto. Missione compiuta.