Gilbertina Soresina – Omnia Basket 69-80 (21-18, 9-32, 23-20, 16-10)

Gilbertina: Guerra 11 (2/3, 2/9), Toffali 17 (7/9, 0/4), Lottici 9 (0/1, 3/6), Prestini 11 (3/5, 1/2), Biordi 12 (2/4, 1/5);  Bolis (0/3), Dmitrovic 2 (1/3), Bonci 5 (0/1), Mitt 2 (1/1), Pala, Bandera. All. Scaroni

Omnia: Venucci 18 (5/7, 0/1), Benedusi 13 (3/5, 1/2), Torgano 17 (3/5, 3/6), Spatti 9 (3/7, 1/2), Nasello 15 (7/9, 0/2); Sacchettini 6 (3/9, 0/1), Fazioli 2 (0/2 da3p), Mazzoleni, Botteri (0/1 da 3p). Ne: Toure All. Baldiraghi

Arbitri: Falcetto di Claviere e De Bernardi di Torino

Primo tempo: 30-50. Tiri liberi: Gilbertina 16/22, Omnia 17/19. Rimbalzi: Gilbertina 36 (offensivi 9, Prestini 8), Omnia 33 (offensivi 6, Nasello 8). Cinque falli: Toffali. Fallo antisportivo: Biordi, Spatti. Fallo tecnico: Panchina Gilbertina, Toffali, Venucci.

Senza sconti, con testa e cattiveria giusta. Questa la sintesi della vittoria che l’Omnia va a prendersi con buona autorità sul campo del fanalino di coda Soresina. Baldiraghi sceglie Spatti per affiancare Nasello, Omnia mette per la prima volta la testa avanti (4-8, 2’30”) con quattro in fila di Venucci. Soresina rintuzza con tripla di Lottici ma i lupi continuano a variare le tematiche offensive, alternando inneschi interni a Nasello a percussioni del fenomeno made in Toscana. Una tripla da scarico di Torgano allarga la forbice (7-13, 4′) ma in un amen la Gilbertina torna in contatto (Biordi più tripla di Guerra per il 12-13 del 5′) e passa in testa con Toffali che ricicla il secondo rimbalzo offensivo consecutivo (14-13). Baldiraghi spende minuto per arginare il 7-0 interno, Torgano con tripla frontale chiude il break e cambia nuovamente vantaggio (14-18 con Nasello da sotto, 7′).  Mazzoleni per Benedusi, Soresina continua a sparare allegramente dal perimetro (ritmo di una tripla al minuto) e imbuca con Guerra (17-18). Alla conta pavese mancano parecchi fischi e Prestini sorpassa nuovamente con quattro in fila (il secondo a rimbalzo offensivo) in chiusura di quarto (21-18). Omnia riparte con Fazioli in regia a guidare un quintetto tattico (Benedusi, Mazzoleni più Spatti e Sacchettini) che piazza subito lo 0-7 (5 di Spatti) per il 21-25 del 12′. Biordi chiude con tripla sulla sirena dei 24” ma la scelta di Baldiraghi garantisce maggiore solidità a rimbalzo e tenuta difensiva. Esaurito l’effetto rivitalizzante delle tute blu (24-27, 14′), tornano Venucci e Torgano. Secondo fallo per Spatti e dentro Nasello. Due falli anche per Sacchetini e torna il lungo bergamasco (27-27, 15′). Le iniziative del peperino Guerra fanno soffrire Venucci, l’elastico resta stretto, Pavia prova a strappare (28-33) con due situazioni da 2+1 (prima Nasello, poi Torgano in contropiede, dopo recupero del capitano ). Venucci allunga 28-35 e Baldiraghi si gioca il primo giro di 2-3 matchup (30-35, 17′). Benedusi dice tre, Venucci trova canestro e fallo (30-41, 18′). Soresina, che fin qui non ha lesinato le maniere forti, perde le staffe  per un fallo non fischiato e si fa giustizia sommaria (antisportivo a Biordi più tecnico alla panchina). Alla fine della sarabanda, con Venucci chirurgico in lunetta, il tabellone dice 30-44 e palla nelle mani del branco. Ancora Venucci spiega dal palleggio (30-46) prima che la difesa pavese recuperi un altro pallone e la panca cremonese chiami il timeout dopo il tremendo 2-19 esterno. Torgano, sulla sirena, scolpisce il poderoso 30-50 alla sosta lunga, dopo un periodo da 32 punti per l’artiglieria di Baldiraghi. Si riparte e il timore dei tifosi al seguito è la solita partenza al rallentatore. Due perse, una brutta difesa e un antisportivo a Spatti: Baldiraghi ha già visto troppo e chiama minuto. Soresina mette più cattiveria dietro e scrive 6-0 in 2′, prima che Benedusi pianti la prima banderilla pavese (38-52). Sacchettini per Spatti, Venucci fa una sosta ai box per un leggero taglio alla mano e, in lunetta, i lupi tengono la distanza (38-58 al 24′).  La soglia di attenzione difensiva in casa Omnia scende di qualche tacca e Prestini imbuca pesante e poi chiude un contropiede per il 47-60 (25′). La Gilbertina va a folate, giocando un basket ruspante ma poco lucido, Torgano attacca il ferro per il 48-64 (28′) ma Mazzoleni si fa scippare da Toffali per il 51-64. Torgano allunga in arco e Sacchettini converte un rimbalzo offensivo per mantenere la rotta (53-70) a tre quarti gara. Torna Venucci, l’Omnia sballa un paio di tiri comodi ma il tempo scorre (55-70, 33′). Mattia muove il fatturato a cronometro fermo, Nasello trova il primo dal campo su grande idea di Benedusi (57-74, 35′). La banda Baldiraghi gestisce con un occhio al cronometro, oscillando tra le quindici e le diciotto lunghezze di margine. A tre giri di orologio dalla sirena (65-80) parte il garbage time che i lupi gestiscono senza patemi, incamerando la terza vittoria del girone di ritorno e approcciando nel modo migliore il match di domenica prossima con Lecco.