23 Mohamed Toure

N:23
#
23
Nome
Mohamed Toure
Nazionalità
ita Italia
Posizione
Guardia, Play
Altezza
188 cm
Peso
90 Kg
Leagues
Serie B OLD WILD WEST Girone B
Stagioni
2020/2021
Età
28
    Season:

    BIOGRAFIA

     

    Play-guardia (188 cm, 90 kg) classe 1992, nato ad Angera (Va), si forma cestisticamente nel florido vivaio della Robur et Fides, dove ha occasione di debuttare in C nel 2009. La stagione successiva viene inserito stabilmente nel roster varesino che disputa la serie B, vince la Coppa Italia di categoria e mette oltre 7 punti di media in 30 presenze. Passa in Dna a Omegna, gioca un biennio in maglia Fulgor e, nel 2012, è azzurro alle dipendenze di Pino Sacripanti all’Europeo Under 20. L’Olimpia Milano lo firma in estate e Momo festeggia, nella primavera del 2014, lo scudetto con le Scarpette Rosse, rubando i segreti del mestiere a giocatori che si chiamano Keith Langford e Samardo Samuels. In estate si accasa alla Viola Reggio Calabria in A2 Silver, ma un problema al ginocchio lo toglie immediatamente dai giochi e dopo un periodo di riabilitazione, torna sui parquet della cadetteria nuovamente in maglia Robur per il finale di stagione 2015. Ancora in B, Stefano Salieri lo mette al centro della sua nuova Fiorentina e, oltre al playmaking, gli chiede di dedicarsi alla finalizzazione, diventando uno dei terminali primari dei viola. Toure risponde presente, mostra di esser tornato in piena efficienza (15.9 punti a partita) e, in estate, accetta la corte dell’ambiziosissima Orzinuovi. Annata da ricordare quella in terra orceana, Momo si mette al servizio (7 punti e 2 assist in 22 minuti di media) di un gruppo zeppo di talento ed arriva la promozione in A2. Dopo 16 partite in A2 con Orzinuovi, Toure risolve il contratto e chiude la stagione in A1 all’Auxilium Torino. Nella stagione 2018-19, Toure riparte dall’A2 di Roma per tornare, a gennaio, a vivere la seconda esperienza in maglia viola. Con la All Foods di Andrea Niccolai, Momo viaggia a 10.8 punti e oltre 2 assist ad allacciata di scarpa, timbrando le final four di Coppa e l’approdo ai playoff di serie B. Nella sua prima esperienza in maglia Omnia carbura con calma ma, quando va a regime, è uno spettacolo. Grande feeling tecnico con Venucci, di cui diventa ideale completamento, quando la stagione viene archiviata causa Covid sta viaggiando da leader. 9.8 punti in 28′ di media, 41% da 2, 31% da tre, 89% in lunetta, più 3.2 rimbalzi e 2 assist a serata. Giocatore di assoluta duttilità, può giostrare senza patemi nei tre ruoli perimetrali grazie ad una fisicità e ad un atletismo che gli consentono di compensare il gap di centimetri quando fronteggia avversari più alti di lui. In attacco sa far tutto: penetra di forza al ferro, pericoloso oltre l’arco dei trepunti, il pezzo forte è il palleggio-arresto-tiro. Difensore di grande applicazione, ragazzo d’oro. Sorriso perennemente stampato sul volto, ha sempre atteggiamento molto positivo verso chiunque, in primis per i compagni, sempre incoraggiati anche nei momenti peggiori.