Quella ventata di aria fresca. Quella che serviva a rinnovare la fiammella di una passione mai sopita ma, ultimamente, messa a dura prova da alcune joint venture poco felici. La notizia più importante degli ultimi dieci giorni nel panorama della palla a spicchi cittadina è che l’Amministratore Unico di Omnia, Giovanni Perruchon, questa fiammella l’ha finalmente ritrovata, appena fuori dalla città. Gli è bastato incontrare Massimo Della Bianca, amministratore di Punto Edile Srl, i suoi due soci Fabio Monastero e Lele Caserio e buttar là qualche chiacchiera in libertà. A sfondo cestistico ma non solo. Negli uffici di San Martino Siccomario si lavora sodo ma la palla a spicchi fa spesso capolino tra una battuta e l’altra. Della Bianca minimizza la propria preparazione in materia e dice di limitarsi ad Olimpia Milano e Nba, gli altri hanno curriculum a cui tener fede. Lele Caserio è stato giovanissimo dirigente accompagnatore alla Fernet Branca in chiusura dell’epopea di Lady Bandiera e ed è stato capace di portare la sua squadra di amici (la Oscar Pavia, nata per celebrare il leggendario tiratore brasiliano) dalla prima divisione fino alla serie B2. Fabio Monastero ha giocato (insieme ai ’78, con compagni che erano Fabio Di Bella e Roby Fossati) e poi fatto assistent coach ad Alberto Rai sulla panca di Broni. Insomma, la passionaccia per i canestri, a Punto Edile è di casa. Realtà leader specializzata nella vendita e nel noleggio di ogni tipo di macchianario edile. Disponibilità di macchine movimento terra, gruppi elettrogenti, sollevatori, gru, una ampia gamma di ogni attrezzatura per l’edilizia e di serramenti di varie tipologie. Grazie alla comune amicizia di Alberto Rai, team manager Omnia, i tre soci sono entrati in contatto con Perruchon e, dopo una stagione da semplici appassionati in tribuna, hanno cominciato a valutare un altro tipo di impegno.”Io ho affiancato i miei soci dal 2018 – spiega Lele Caserio – ed ho ritrovato un po’ di amicizie legate al basket. Una di queste, Alberto Rai ci ha messi in contatto con Omnia. L’anno scorso abbiamo fatto gli spettatori, fornendo una piccola sponsorizzazione ma il mio socio Fabio stava già immaginando altro e, senza informarci di nulla, ha cominciato a trattare con Rai per comprendere cosa sarebbe stato possibile fare. Dopo il lockdown, la nostra attività è ripartita molto bene e, vista la conferenza stampa di Perruchon, siamo usciti allo scoperto e lo abbiamo incontrato. Abbiamo cercato di essere sinceri, di capire realmente quanto potessimo mettere a disposizione per la pallacanestro, anche attraverso nostri amici fornitori e le trattative sono decollate”. Al punto da diventare con la vostra azienda main sponsor. “Una sorpresa graditissima che Gianni ci ha fatto. I miei soci, la mattina seguente, credevano che scherzassi. Per noi è un grande onore ma anche una grande responsabilità”. L’Amministratore Della Bianca, lo definisce un punto di partenza: “Per noi la sponsorizzazione rappresenta un inizio, dobbiamo riportare l’entusiasmo del pubblico a Pavia, seminando molto anche tra i giovani”. Chiude il cerchio Fabio Monastero: “In Perruchon abbiamo trovato una passione incredibile, il nostro contributo non sarà solo quello di portare un marchio ma vogliamo coinvolgere la città e rivolgerci ai giovani. Organizzeremo eventi, cercheremo di coinvolgere i giocatori delle prima squadra, avvicinandoli ai ragazzi”. “Siamo all’anno zero – chiosano in coro – vogliamo partire per riportare Pavia dove merita, il progetto di “pavesizzare” la società è appena cominciato”.

UFFICIO COMUNICAZIONE OMNIA BASKET PAVIA