S. Bernardo Abet Alba – Riso Scotti Pavia 84-80 dopo 1 tempo supplementare (22-22, 14-20, 23-16, 14-14, 10-6)

S. Bernardo: Danna 10 (3/4, 0/1),  Castellino 16 (3/12, 1/3), Cravero (0/1), Antonietti 18 (6/13, 1/5), Tarditi 17 (4/6, 3/5); Perez 13 (2/2, 2/7), Prunotto 4 (2/3), Fowler 6 (0/1, 1/3). Ne: Cortese, Cagliero. All. Luca Jacomuzzi

Riso Scotti: Calzavara 7 (3/7, 0/1), Donadoni 24 (8/14, 2/3), D’Alessandro 12 (3/7, 2/3), Sgobba 5 (2/4, 0/3), Corral 18 (8/14, 0/5); Torgano 10 (2/9 da 3p), Conte 2 (1/3, 0/1), Birra (0/1). Ne: Lebediev, Licari. All. Fabio Di Bella

Arbitri: Gallo di Monselice e Rizzi di Trissino.

Primo tempo: 36-42. Regolamentari 74-74. Tiri liberi S.Bernardo Abet 20/24, Riso Scotti 12/15. Rimbalzi: S.Bernardo 47 (off. 10, Antonietti 11), Riso Scotti 39 (off. 10, Corral 11). Cinque falli: Calzavara

Due brutte esecuzioni offensive, prima nei regolamentari e poi all’ultimo tuffo dell’overtime, costano alla Riso Scotti una sconfitta in un match alla portata. Non bastano i due ottimi primi quarti, è mancata la capacità di piazzare un parziale importante. Con la mentalità, la voglia di non arrendersi, Pavia è riuscita a rintuzzare il rientro dei padroni di casa e a giocarsi il doppio finale in volata. Fallito il primo matchpoint si è andati all’overtime. Cinque minuti tutt’altro che memorabili (1 canestro dal campo) e, nonostante questo, la banda Di Bella ha avuto nuovamente per la mani la boccia per la vittoria. Anche il secondo tentativo è andato a vuoto. Alba, senza strafare, è passata all’incasso. Difficile che tanto spreco potesse passare in cavalleria.

CRONACA – Tarditi 6 -Riso Scotti 9. Questo il parziale dei primi tre minuti giocati a rotta di collo, prima che Donadoni metta i liberi del 6-11 (4′). Il baby Castellino si iscrive al festival delle triple. D’Alessandro pesca il rimbalzo offensivo per convertire il 9-13 del 5′, con Alba che va in bonus. Dentro Torgano per Sgobba, altra super circolazione che arma la mano di Donadoni: seconda tripla per il brianzolo (già a quota 10) e 9-16 a tabellone, Omnia bella davvero. Castellino punta e penetra in faccia a Calzavara: 2+1 per la forbice minima (15-16, 6′ di gioco). Ancora Torgano colpisce dalla lunga e un Donadoni a tutto gas recupera e chiude con schiacciata solitaria il 15-21, costringendo Jacomuzzi al minuto. Alba riemerge dal time out con due canestri in avvicinamento di Tarditi e Castellino e forbice che resta stretta (19-21, 8’30”). Castellino (9 punti) si esalta nel duello con Calzavara e va ad attaccarlo subendo il fallo con canestro per il pareggio a quota 22. Dentro Birra per Calzavara, D’Alessandro recupera la palla vagante e il primo pitstop arriva con il tabellone che dice 22 pari. Si riparte con 0-4 esterno con step back di Donadoni e Corral che mette palla per terra e trova una meraviglia sul fondo (22-26). Fowler imbuca pesante e Prunotto mette il comodo appoggio al cristallo per il sorpasso piemontese (27-26). La Scotti continua a giocare con ottima fluidità: Corral va a prendersi il 2+1 e Calzavara chiude in lay up la transizione del 27-31. Gran ritmo, pallacanestro gradevole su entrambi i lati del campo, primi 3′ a ritmi dance. Donadoni va in coast to coast per il 29-33 e poi a prendere fiato in panca. La truppa del Dibo continua ad esplorare il pitturato con ottimi risultati, visto che anche Sgobba batte il primo colpo in attacco (31-37, 16′). Corral continua ad essere un polo offensivo molto affidabile (12 per il gaucho) e la Scotti tiene la rotta (35-42 al 18′) con D’Alessandro che impone il disco rosso alla percussione di Castellino ma poi commette fallo in attacco. Antonietti mette cortissimo il semigancio, Pavia non converte l’ultimo possesso del quarto con Conte che stampa il jumper sul ferro. Tutti a prendersi un the, si ripartirà dal 36-42. Torgano per Sgobba (tre falli) nello starting five, D’Alessandro imbuca il primo tracciante della ripresa ma in un minuto arrivano due falli e D’Anna trova il 2+1 per 41-45. Terzo fallo anche per il pilota di casa S. Bernardo che coach Jacomuzzi tiene comunque in campo. Perez dice tre e Alba è nuovamente ad un soffio. Antonietti imbuca la seconda tripla a stretto giro di posta e arriva il pareggio a quota 47. Capitan Danna va ad attaccare e inventa canestro e fallo per il primo sorpasso interno (50-47, terzo fallo per Calzavara). Fuori il varesino e dentro Conte, arriva il minuto del Dibo per stoppare l’inerzia piemontese (14-5 il break). Un buon gioco a due tra Corral e D’Alessandro riapre la catena di montaggio pavese (50-49), Donadoni scappa al suo guardiano Perez e arriva al ferro ma la difesa di casa Scotti ha abbassato il livello di intensità e Antonietti la buca trovando la terza situazione da 2+1 del quarto (55-51, 25′). Ritorna Calzavara, Corral imbuca il jumper dai 5 metri e il dardo frontale di Torgano in transizione marchia il nuovo cambio di vantaggio (55-56, 26′). Match senza respiro e senza padrone. Castellino ricciola, trova due punti ma si scaviglia e torna D’Anna al suo posto. Di esperienza pura, D’Anna raccatta il quarto fallo di Calzavara (59-56), Donadoni ricuce ma la difesa dei lupi fatica a contenere le iniziative dal palleggio degli esterni di casa. Due ottime pressioni di Conte su D’Anna forzano due perse per i langaroli ed è sempre l’esterno pugliese a convertire il rimbalzo offensivo del 60 pari, punteggio sul quale si cristallizza il tabellone al termine del terzo periodo. Antonietti buca il centro area, D’Alessandro sbaglia e prende fallo tecnico (63-60), torna Calzavara: il varesino va subito a punire il cambio difensivo e a riciclare un airball di Sgobba (65-64, 33′). Pavia forza con Sgobba e Donadoni, Tarditi chiude un contropiede per il 69-64, Corral manda corta la tripla frontale. Abbiamo perso fluidità offensiva, servono scelte migliori. Ottima quella di rifornire Corral nel pitturato (69-66) ma Danna punisce la difesa di Donadoni e si entra negli ultimi 5′ con Alba in gas (71-66).  Corral spreca un’eccellente smazzata sul 71-67. D’Alessandro trova la tripla del 71-70 a 2’20” dalla sirena. Antonietti torna a fatturare in casa S. Bernardo, capitan Torgano ricicla a rimbalzo offensivo per tenere i lupi in scia (73-72) a 1’49”. Buona difesa e scadono i 24”, abbiamo la palla per andare avanti ma Torgano sbaglia in arco. Donadoni ruba a Tarditi e va in controfuga per il 73-74 (meno 49”). Castellino in mischia rugbistica trova un contatto e va in lunetta (-30”) per il 74-74. Donadoni non controlla e Alba ha palla a meno 26”. Ancora eccellente difesa di squadra e Danna muore con palla in mano, minuto per il Dibo, mancano 12” e giochiamo il match point col servizio a disposizione. Alba difende forte, non va il tiro di D’Alessandro, nemmeno il tap in di Corral. Primo supplementare stagionale. Corral lo inaugura con una brutta persa e Tarditi ci purga per il primo vantaggio interno. Anche D’Alessandro timbra il ferro, Donadoni attacca per Corral che subisce fallo e mette i liberi per impattare a 76. Torgano stoppa Castellino, Corral sbaglia in angolo ma Tarditi forza e mette una tripla pesantissima (79-76), Calzavara forza e sbaglia in arco, poi commette il quinto fallo e Pavia si gioca il finale (mancano 1’49”) con Donadoni play. Castellino dice 2/2 in lunetta e 82-76, Pavia non trova il tiro pulito con D’Alessandro e sbaglia ancora. Donadoni per il primo e unico canestro dal campo dell’overtime Omnia (81-78 a 53” dalla fine). Castellino sbaglia in arco, Alba sceglie di spendere il fallo su Torgano per concedere i liberi. Toghi dice 81-80 mancano 13”. Time out. Torgano spende fallo immediato su Castellino. 1/2 ai liberi per il baby a 12” dalla sirena (82 – 80). Torgano esce bene dai blocchi ma rifiuta il tiro scaricando su Corral che non controlla e Sgobba è costretto a scagliare un mattone da nove metri.  Dolore acuto! Fowler imbuca il 2/2 in lunetta, punendo la brutta esecuzione offensiva del branco. Il Pala958 si conferma amaro per i pavesi, oggi ancora troppo intermittenti durante il corso del match e poco cattivi nelle esecuzioni che avrebbero potuto decidere la partita. 

PAOLO RAPPOCCIO