Esaurite le festività, riparte il campionato, con le ultime due giornate che rimangono in calendario prima di archiviare il girone di andata. La Riso Scotti tornerà sabato (ore 21.00) sul parquet, viaggiando alla volta di Vanzaghello, nuova tana della Mamy.Eu Oleggio dopo l’incipit di torneo disputato a Cameri. I novaresi hanno timbrato, prima della sosta, una vittoria di peso specifico enorme, sbancando il parquet di Borgomanero, diretta concorrente per la salvezza. La truppa di coach Pastorello si è così lasciata, momentaneamente, alle spalle i “cugini” e la Sangiorgese, stoppando la striscia di tre ko in fila e prendendosi una bella boccata di ossigeno. In occasione dell’ultima trasferta, gli Squali hanno fatto debuttare la vecchia conoscenza pavese Momo Toure che, complice l’assenza per infortunio del play De Ros, ha immediatamente preso possesso della cabina di pilotaggio e tenterà di recitare il copione dell’ex dal dente avvelenato. Accanto all’esterno di Angera, uno dei beniamini del pubblico pavese per un anno e mezzo, un altro prodotto della cantera varesina come il 2001 Omar Seck (5 punti in 16′ sul parquet) divide il minutaggio in guardia con il 2000 Michele Romano (3.4 punti di media). Il terminale principe di Oleggio sarebbe il play ex-Piadena Guglielmo De Ros (12.4 punti e 3.4 assist), secondo anno di militanza in biancorosso e grande protagonista della vittoria interna con Livorno. Il giocatore, alle prese con un infortunio, ha saltato l’ultimo match ed è in dubbio per il rendez vous con Omnia. Alla rotazione perimetrale contribuiscono l’ala piccola titolare Fabio Giampieri (1993, ampia esperienza in cadetteria tra Senigallia e Jesi, terzo scorer della squadra con 11.5 punti e il 32% in arco) e il suo alter ego Andrea Del Debbio (6.8 più 5.3 rimbalzi). A presidio del pitturato, coach Pastorello parte solitamente con il capitano Claudio Negri (10.3 punti e 7.5 rimbalzi) che, con il trascorrere della carriera si è progressivamente avvicinato a canestro, trasformandosi in 4-5 pur mantenendo pericolosità in arco. Il centro titolare è il ’98 lecchese Alessandro Riva,  gran fisico, cifre interessanti (quasi 12 punti e 6 rimbalzi a gara), tornato al nord dopo un biennio tra Piombino e Montegranaro. Dalla panca escono Edoardo Maresca, lungo del ’98 (già visto in B a Montecatini e Bisceglie) più amante delle soluzioni in arco che delle battaglie interne e il 2000 Andrea Colussa, vivaio Verona, arrivato a stagione in corso da Bernareggio. La Mamy viaggia ad uno score di 4 vinte e 9 perse, con due successi in casa e altrettanti in trasferta, è il peggior attacco del campionato (67.5 prodotti a serata), ma è riuscita a mettere in carniere due scalpi prestigiosi come quelli delle due livornesi. Dopo il blitz al PalaModigliani contro la Pielle, è arrivata, infatti, la grande vittoria domestica con la Libertas al termine di un match drammatico, dominato per due quarti, poi rimesso in bilico dai ragazzi di Fantozzi e risolto da una giocata a fil di sirena di De Ros.