Riso Scotti Pavia – Cipir College Basketball Borgomanero 95-72 (26-25, 20-22, 30-18, 19-7)

Riso Scotti: Oboe 13 (3/6, 1/2), Abega 20 (5/7, 3/6), Giampieri 17 (3/5, 3/6), Coviello 14 (1/6, 1/4), De Gregori 10 (4/6); Gallizzi 8 (3/3, 0/3), Cocco (0/1), Bedini 13 (4/5, 1/1),Trovarelli, Mazzotti, Lebediev. All. Mazzetti

Cipir: Attademo 15 (4/5, 1/1), Longo 9 (3/3, 1/3), Loro 4 (2/3, 0/3), Benzoni 9 (2/3, 1/4), Ghigo 8 (0/2, 1/8); Cecchi 15 (4/8), Fragonara 10 (2/5, 1/5), Pettinaroli (0/1 da 3p), Ferrari, Piscetta 2 (1/4). All. Di Cerbo

Arbitri: Giordano di Gela e Rubano di Bagheria

Primo tempo: 46-47. Tiri liberi: Riso Scotti 22/26, Cipir 21/27. Cinque falli: De Gregori, Attademo. Rimbalzi: Riso Scotti 37 (off. 3, Coviello e Giampieri 7), Cipir 33 (off. 4, Benzoni 8). Punti dalla panchina: Riso Scotti 21, Cipir 27.

Dopo due quarti in cui il basket tutto ritmo e rumba del College crea qualche confusione di troppo, la Riso Scotti si setta mentalmente, aumenta durezza, continuità e attenzione nella metà campo difensiva e porta a casa due punti di grande importanza. Dopo i complimenti, serviva concretizzare e i sei uomini in doppia cifra hanno concretizzato un referto rosa di peso, in una partita in cui i pavesi avevano tutto da perdere. Bene il pacchetto esterni, con Abega ancora determinante e Giampieri che continua ad avvicinarsi ai suoi redimenti standard. Ottimo anche Bedini, “quattro” tattico perfetto per un avversario che gioca senza veri riferimenti interni.

CRONACA – La Cipir apre subito il fuoco con 2/2 in arco per il 3-6 di avvio. Due liberi di Attademo allargano la forbice dei primi due giri di orologio (2′ 3-8). Cinque per Giampieri, poi il 2+1 di Abega per 8-10. I novaresi restano on fire (7/10 nei primi 5′) e sempre avanti, con fatturato di lusso (13-21) grazie ad una difesa di casa fin troppo contemplativa che porta Mazzetti al time out. Dentro Gallizzi per Oboe, Giampieri scrive il suo settimo punto ma è Abega (9 punti ) a ricucire 20-21 (7′). Due rimbalzi offensivi in fila tengono la Cipir sopra di un possesso ma Abega continua ad andare al ferro e Coviello fa legna a rimbalzo, pescando i liberi del primo cambio di vantaggio (26-25) che viene cristallizzato al primo pitstop. Mazzetti prosegue col quintetto ad assetto ribassato. Ospiti con ottimo impatto da Cecchi (9 dalla panca)  e arriva una nuova sgommata Cipir (30-34), Pavia continua a faticare molto ad accoppiarsi in transizione e, dopo tre minuti, siamo già bonus (30-36). Bedini chiude con 4 punti due accelerazioni dei lupi in campo aperto e siamo nuovamente ad un soffio (34-36, minuto 15′).  De Gregori impatta ma Ghigo lucra tre liberi con la connivenza del duo in grigio che sta inanellando topiche in serie. Torna Oboe (finora senza impatto) per provare a mettere ordine in una partita che la Riso Scotti sta subendo. Attademo e Fragonara puniscono due pessime scelte offensive dei lupi e Mazzetti è costretto a replicare il summit (37-43, 17′).  Con cinque in fila di Oboe, i lupi riprendono colore e chiudono sotto di un nulla (46-47) in un finale, comunque, troppo “campettaro” e poco raziocinante (9 le perse pavesi, 8 quelle dei collegiali). Si riparte con Giampieri e Benzoni in sfida: 8 in fila per l’esterno di Senigallia, un gran fade away e un assist per il senatore materializzano il nuovo cambio di vantaggio (59-56, 24′). Torna Gallizzi per Oboe (61-58, 25′). Abega va a ferro ma poi incappa nel terzo fallo e torna De Gregori per mettere peso (63-60). Subito a segno il riminese ma la concentrazione difensiva in casa Scotti resta ancora discontinua e Cecchi continua a fatturare a cronometro fermo (65-62). Oboe (per Coviello) e il veneto scippa subito  un pallone che De Gregori converte nel 2+ 1 del massimo margine (69-61), poi la difesa materializza un altro recupero chiuso in controfuga da Bedini (71-62). Ancora due liberi di Bedini (prima doppia cifra stagionale) dicono+11 (73-62) e i lupi chiudono un quarto dove la produzione offensiva (30) si è finalmente abbinata ad una maggiore tigna in metà campo difensiva (18 subiti). Sciocco quarto fallo di De Gregori in apertura di ultimo periodo, ma i nostri esterni continuano a fatturare in continuità. Prima Oboe dal palleggio, poi una percussione (con fallo) di Gallizzi formalizzano la fuga pavese (81-65, 32′), col College che ha pagato salatissimo il riposo del vecchio pirata Benzoni. Bedini santifica con tripla frontale il suo match a tutto tondo e si entra negli ultimi tre minuti di gioco con margine di lusso (90-70) che consentono a Mazzetti di archiviare la pratica, con qualche minuto di garbage time. Finisce 95-72 con Abega che mostra altri due pezzi di bravura per chiudere lo show.

PAOLO RAPPOCCIO

Comunicazione Omnia Pavia